Congelatori: cosa sono e a cosa servono

Congelatori: cosa sono e a cosa servono 5.00/5 (100.00%) 1 vote

La congelazione degli alimenti e i principali tipi di congelatore.

Non volendo considerare l’esperienza e l’uso che si fa delle proprie abilità in cucina, esistono elettrodomestici indispensabili il cui uso è necessario per una corretta conservazione degli alimenti. Uno di questi è il congelatore. Vediamo nel dettaglio cos’è un congelatore e le caratteristiche che lo rendono un buon alleato in cucina.

 

Tecniche di conservazione del cibo usando basse temperature.

Spesso utilizziamo il termine congelare in luogo di surgelare e viceversa: ma le due parole non sono sinonimi in quanto riferite a differenti meccanismi di conservazione del cibo.

La surgelazione è un processo esclusivamente industriale, che avviene in tempi molto rapidi in appositi macchinari e può raggiungere, almeno in fase iniziale, la temperatura di -80°C per poi non superare mai i -18°C. I veloci tempi di esecuzione favoriscono la conversione di molta dell’acqua nel cibo in cristalli di ghiaccio che non distruggono la struttura cellulare dell’alimento garantendo il mantenimento della qualità e del sapore a lungo nel tempo.

surgelare_cibo_congelare

Cosa accade invece congelando i cibi? Innanzitutto la congelazione è un procedimento effettuabile nel freezer di qualunque cucina, occorre più tempo e comporta la formazione di cristalli di ghiaccio di medie-grosse dimensioni i quali causano un danno alla struttura cellulare dell’alimento con perdita di sostanze nutritive nel momento in cui viene scongelato. Mentre un prodotto surgelato, una volta raggiunta la temperatura ambiente, è in pratica identico al prodotto fresco, la perdita ingente di acqua e sostanze nutritive fanno sì che il prodotto congelato appaia meno compatto e di qualità ridotta.

In entrambi i casi il cibo riesce a conservarsi a lungo poiché l’acqua solidificata a causa delle temperature molto basse blocca le reazioni enzimatiche che altrimenti lo avrebbero deteriorato.

 

La Congelazione e i materiali per congelare

Nel momento in cui si introduce un qualsiasi alimento, compresi piatti già cotti, nel freezer di cucina, lo si sta congelando. L’alimento deve essere privato di tutte le parti di scarto, per le quali non è previsto il consumo, oppure lavato e asciugato e, infine, confezionato per evitare deterioramenti.

È d’obbligo la scelta di materiali impermeabili all’acqua, all’aria e agli acidi, a prova di perdite, resistenti alle basse temperature e capaci di contenere l’aumento di dimensioni dell’alimento a causa dell’espansione di volume dell’acqua presente in esso quando, dallo stato liquido, passa a quello solido. I migliori in commercio sono i contenitori di alluminio, plastica o vetro (che deve essere temperato, per evitarne la rottura in congelatore).

I contenitori rigidi in plastica e in vetro sono adatti a conservare tutti i cibi. Da evitare carta e cartone essendo permeabili e incapaci di proteggere da perdite di umidità. Analoghe considerazioni possono essere fatte per la carta oleata alla quale è preferibile il foglio di alluminio, ma spesso. Per pane, latte, panna e gelati in cartone esistono appositi sacchetti in vario materiale mentre per carne, verdura, pesce e pollame sono da preferire contenitori o fogli spessi in alluminio.

Visto che l’acqua interna agli alimenti non può convertirsi per intero nella sua controparte ghiacciata, per ogni tipo di cibo c’è un limite di conservazione oltre il quale la congelazione comporta un’eccessiva perdita di sostanze nutritive e il prodotto deve essere consumato. Molto spesso ci giunge in aiuto lo stesso congelatore che mostra stampato sui vani un periodo medio per la conservazione di specifiche tipologie di alimenti rispettando il quale non si dovrebbe incorrere in rischi sullo stato di commestibilità dei prodotti conservati.

Come consumare un prodotto congelato

Per non compromettere le caratteristiche qualitative dell’alimento non è opportuno ricongelarlo una volta che questo è stato scongelato.

Il motivo è semplice: rimettere nel freezer un alimento scongelato comporta la riformazione dei cristalli di ghiaccio tra le cellule ma di dimensioni maggiori poiché il raffreddamento si verifica in tempi prolungati e a temperature superiori rispetto a quanto accade nel processo di surgelazione. La perdita in qualità sarebbe dunque eccessiva e verrebbe compromessa anche la catena del freddo, portando ad avere un prodotto in condizioni non ottimali per il consumo.

I cibi che vanno consumati crudi possono essere lasciati a scongelare in frigorifero. Se il loro spessore è alto e richiede una cottura a fiamma intensa, lo scongelamento può avvenire con lentezza a temperatura ambiente o bagnomaria. Nel caso, invece, in cui il cibo debba essere cucinato a fuoco lento lo si può mettere direttamente sulla fiamma anche da congelato.

 

Il congelamento rapido

-30°C, è la temperatura necessaria per congelare i cibi freschi e conservare il più a lungo possibile quelli surgelati.

Se nel congelatore sono riposti degli alimenti freschi si rischia di aumentare la temperatura di quelli già dentro ai vani, compromettendone la conservazione e facendo consumare più energia all’apparecchio. Per questo, diversi modelli di congelatore sono dotati di un cassetto adibito al congelamento rapido che, attivato tramite un pulsante, è in grado di congelare gli alimenti raggiungendo in breve tempo una temperatura di -30°C. In tal modo non solo si mantengono intatte le qualità nutritive dell’alimento congelato ma si evita anche di compromettere la qualità dei prodotti già all’interno del congelatore. Non appena gli alimenti introdotti si saranno surgelati, la funzione potrà essere disattivata.

Il termostato elettromeccanico di cui sono muniti molti dei modelli di congelatore, permette inoltre di tenere conto della temperatura esterna e della quantità di cibo congelato. In alcuni modelli esiste anche un termometro analogico il quale monitora la temperatura costantemente e permette la riattivazione della funzione di raffreddamento se vengono superati i -18°C. Se il congelatore non è in grado di raggiungere tale temperatura non può garantire una conservazione del cibo ottimale per lungo tempo. In genere, riempire il congelatore al massimo della sua capienza ne garantisce un miglior funzionamento.

 

Il congelatore.

Analizziamo ora le varie tipologie di congelatori che il mercato offre per poterci orientare meglio in una eventuale scelta.

 

Congelatore orizzontale o a pozzetto.

I congelatori orizzontali o a pozzetto sono gli alleati ideali per chi acquista e consuma molti surgelati oppure congela una gran quantità di alimenti. Le dimensioni si aggirano tra i 130 e i 160 cm in larghezza, ma oggi si possono trovare anche modelli da 50 cm di larghezza.

L’elettrodomestico presenta una struttura rettangolare con il vano di apertura unico, sulla parte superiore, e il sistema di refrigerazione integrato nelle pareti. Ha una ottima capacità di stivaggio, che può raggiungere anche i 500 litri, e garantisce il mantenimento ottimale del freddo con poco spreco di energia poiché l’apertura orizzontale, bilanciata e dotata di lucchetto e cerniere rinforzate, limita alla superficie lo scambio fra aria fredda del congelatore e aria calda esterna, con minime perdite di freddo.

Rispetto agli altri tipi i congelatori verticali o a pozzetto offrono una comodità sicuramente inferiore: ritrovare un prodotto, se questo non è stato stipato in maniera razionale, potrebbe divenire un’impresa non facile, soprattutto se si trova sul fondo. Anche le dimensioni piuttosto ingombranti lo rendono un elettrodomestico difficile da collocare sebbene, essendo dotato di rotelle agli angoli, possa essere spostato con facilità.

 

Congelatore verticale

Il congelatore verticale è simile ad un normale frigo con il quale condivide forma e dimensioni. È diviso in scompartimenti a cassetto estraibili che rendono veramente ottimale la distribuzione degli alimenti da conservare, permettendo di ritrovarli con facilità.

Tuttavia, l’apertura frontale pone a contatto dell’aria esterna calda tutti i cassetti, causando una più rapida dispersione del freddo e, dunque, maggior consumo di energia. Inoltre la capacità di stivaggio (fino a 300 litri) è limitata se messa in confronto alle sue dimensioni esterne. Tuttavia, la forma verticale riduce l’ingombro dell’elettrodomestico che in tal modo può essere inserito anche in locali con poco spazio disponibile.

 

Frigorifero combinato

Si tratta semplicemente di un frigorifero con incorporato un vano congelatore. Molto diffusi, tali congelatori hanno il vantaggio di occupare una minima quantità di spazio. Purtroppo la capacità di stivaggio è molto limitata potendo sfruttare solo la profondità orizzontale e poco quella verticale.

 

Congelatore no-frost, cos’è?

Il sistema no-frost è una particolare tecnologia di raffreddamento sfruttata per i frigoriferi ma che esprime le sue migliori potenzialità all’interno dei congelatori.

Il sistema no-frost è studiato per consentire ad un flusso di aria continua di circolare attraverso un complicato sistema di canalizzazioni all’interno del vano congelatore. Questo non solo fa sì che il freddo si distribuisca in maniera uniforme nei diversi scomparti ma evita anche la formazione di brina sulle pareti interne. La tecnologia no-frost permette di avere più spazio per gli alimenti, che congelano rapidamente mantenendo buona parte della loro qualità, e di limitare il consumo di energia.

Guarda qui sotto le migliori offerte per congelatori!

Bestseller N.1
Haier BD143RAA congelatore
Bestseller N.2
Beko HS210520 congelatore
Bestseller N.3
Sirge FREEZER32L Congelatore Freezer 35 L Classe Energetica A+ COMPATTO 48 larghezza x 45 profondita x 48,7 altezza cm
Sirge FREEZER32L Congelatore Freezer 35 L Classe Energetica A+ COMPATTO 48 larghezza x 45 profondita x 48,7 altezza cm
  • Mini Congelatore Freezer 35 L Classe Energetica A+ COMPATTO 48 larghezza x 45 profondita x 48,7 altezza cm -18 C (4 stelle ) CLASSE A+ L'unico, il migliore sul mercato. Dimensioni: 480 (L) x 450 (P) x 487 (H) mm Piccolo ma grande nelle prestazioni. Classe Energetica A+. Garanzia 24 Mesi, Omologazioni Europee, RAEE incluso
Bestseller N.6
Severin 9807 Congelatore 32 Litri bianco
Severin 9807 Congelatore 32 Litri bianco
  • Temperatura regolabile
Bestseller N.7
Bomann GB 388
Summary
Article Name
Congelatori: cosa sono e a cosa servono
Description
descrizione di caratteristiche e tipi di congelatori
Author